0

Facciamo a pezzi… la frase!

Ciao a tutti!

Con il post di oggi condivido con voi un materiale che inizierò ad utilizzare domani con il mio alunno. Da molto tempo stiamo lavorando sulla costruzione della frase come verbalizzazione di immagini perché  bisogna continuamente rinforzare il corretto ordine degli elementi della frase che a volte svolazzano in giro liberamente 😀
Ora che finalmente stiamo svoltando con la lettura e la scrittura, voglio proporre un’attività di ulteriore manipolazione della frase, inserendo anche gli elementi scritti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Che cosa è?  Nel file che trovate qui sotto c’è uno schema di lavoro plastificabile (santa plastificatrice e santo velcro!) in cui sono già pronti un riquadro per attaccare l’immagine e gli spazi ordinati per inserire gli elementi della frase: soggetto (articolo + sostantivo), verbo e c.oggetto (articolo e sostantivo). Per agevolare la comprensione della struttura e per dare un piccolo aiuto che rinforza anche la discriminazione della domanda, sono inserite in alto le domande guida: chi è? cosa fa? che cosa?

Come usarlo? E’ possibile manipolare il materiale a proprio piacimento: io penso di utilizzarlo così:

  • io attacco l’immagine poi invito il bambino ad inserire gli elementi scritti della frase (produzione);
  • io inserisco gli elementi scritti della frase poi invito il bambino a leggerli e ad attaccare l’immagine corrispondente (comprensione);
  • io attacco l’immagine ed inserisco alcuni elementi scritti della frase lasciando i “buchi” poi invito il bambino ad inserire gli elementi mancanti (clozing);
  • io attacco l’immagine ed inserisco gli elementi scritti della frase in ordine sparso, poi invito il bambino a riordinarli aiutandosi con le domande guida (riordino).

Con quale materiale si utilizza questo schema di lavoro? Io l’ho preparato principalmente per le strutture morfosintattiche illustrate del testo della Erickson “Prevenzione e recupero dellkit_prevenzione-e-recupero-delle-difficolta-morfosintattiche_6137-578-9e difficoltà morfosintattiche” (eccolo: http://www.erickson.it/Libri/Pagine/Scheda-Libro.aspx?ItemId=38055) che uso già da un po’ e del quale ho già quasi tutte le immagini plastificate.
Per questo motivo, all’interno del file – prima ancora dello schema stesso -ho inserito le parole relative a quelle strutture, distinte per categoria grammaticale: articoli, sostantivi, verbi.  In realtà ho diverse illustrazioni di situazioni agite con altri soggetti e altre azioni, quindi all’interno del file ci sono parole aggiuntive a quelli del libro della Erickson. E naturalmente, come sempre, il file che vi allego io è in versione word, pertanto potete modificarlo a piacimento in base alle vostre necessità, sia nei contenuti (parole aggiuntive) che nella struttura (siete liberi di aggiungere le estensioni della frase).

Ecco il file: elementi-della-frase

Buon lavoro!

Maestra Gigia

Annunci
0

La storia personale… facile!

Cari amici,

complici le vacanze di Natale (a proposito… Auguri!) forse riesco a condividere con voi qualche materiale nuovo. Oggi ho preparato in velocità una scheda facilitata sulla storia personale per il mio alunno speciale, che vi allego qui sotto.

Essa contiene una prima parte sulla linea del tempo personale dalla propria nascita fino ad oggi, con tappe relative ai due gradi di scuola frequentati fino ad oggi.
La seconda parte è relativa ai propri dati personali, una sorta di carta d’identità molto semplice che possa aiutare il bambino a portare l’attenzione su dati importanti che potrebbero essergli utili anche in futuro, non tanto nell’ambito scolastico ma soprattutto nella vita quotidiana.
La terza parte è dedicata alla famiglia e prevede la compilazione di un albero genealogico molto semplice, dove sono indicati il livello dei genitori e quello dei nonni. I colori non sono a caso, infatti la legenda porta l’attenzione sul legame posizione-relazione rispetto al bambino stesso.
La scheda è prevalentemente compilativa, ovvero contiene piccole attività di comprensione (domanda-risposta) e di completamento (delle frasi).

Il file, come sempre, è in formato word, così che sia possibile per voi modificarlo secondo le vostre necessità. La scheda che ho preparato io è:

  • in stampato maiuscolo;
  • fortemente semplificata a livello linguistico (perché sta imparando a leggere ora);
  • fortemente semplificata a livello “matematico” (il mio alunno conosce i numeri entro il 100 quindi qui gli viene richiesto di inserire la progressione degli anni senza le cifre delle centinaia e delle migliaia);
  • con riferimenti illustrati semplici ma efficaci e un’organizzazione precisa dello spazio.

Dove trovate il file? Eccolo: storia-personale-facile.

Una cosa che devo constatare è purtroppo i materiali scritti in stampato maiuscolo sono davvero pochi in giro per la rete e, dato che mio alunno sta imparando a leggere unicamente in questo carattere, eccomi ad autoprodurre!
…maestri e maestre d’Italia, se state preparando materiali in stampato maiuscolo, condividete anche voi! 🙂

Spero che la scheda potrà essere utile a qualcuno!

Dalle statistiche vedo che c’è tantissima gente che naviga nel blog ma mi piacerebbe avere qualche feedback, quindi, se vi va, lasciate un segno del vostro passaggio e scrivetemi l’utilizzo che farete del mio materiale!

Buon lavoro!

Maestra Gigia